Dove la storia diventa meraviglia

Dove la storia diventa meraviglia

Dove la storia diventa meraviglia

Un’eco di bellezza dall’alba dei tempi

Dal tempio greco alla villa di delizia romana, dal castello angioino alla splendida residenza contemporanea di oggi: poche dimore al mondo possono vantare la storia di Villa Castiglione. Un luogo dove passato, natura e bellezza si incontrano per offrire un’esperienza di Capri esclusiva e unica.

Il buen retiro tra storia e natura

Sempre pronti a cogliere nella natura il segno del divino, già i Greci avevano scelto questo spettacolare picco per costruirvi un tempio. In epoca romana fu la volta dell’imperatore Tiberio, che volle affacciare su questo panorama incomparabile una delle sue leggendarie dodici dimore. Intorno al decimo secolo comincia a nascere il castello, con le torrette quadrate che ancora oggi caratterizzano la villa, rinata a nuova vita come esclusivo buen retiro per pochi fortunati intenditori.

La residenza favorita di Tiberio

Nelle alterne vicende della storia l’ineguagliabile vista da Monte Castiglione, garantita dalle pareti a strapiombo sulla costa, ha attratto sia per la bellezza dei luoghi sia per la sua valenza strategica. Alla bellezza si deve la favolosa villa voluta qui da Tiberio, che comprendeva un tempio – forse realizzato su un precedente greco –, terme, esedre e un ninfeo ricavato nella Grotta del Castiglione, dove peraltro la presenza umana risale all’età neolitica. Numerosi i ritrovamenti di frammenti scultorei e intonaci affrescati e di un prezioso frammento di mosaico, oggi al Museo di Capodimonte.

La residenza favorita di Tiberio

Nelle alterne vicende della storia l’ineguagliabile vista da Monte Castiglione, garantita dalle pareti a strapiombo sulla costa, ha attratto sia per la bellezza dei luoghi sia per la sua valenza strategica. Alla bellezza si deve la favolosa villa voluta qui da Tiberio, che comprendeva un tempio – forse realizzato su un precedente greco –, terme, esedre e un ninfeo ricavato nella Grotta del Castiglione, dove peraltro la presenza umana risale all’età neolitica. Numerosi i ritrovamenti di frammenti scultorei e intonaci affrescati e di un prezioso frammento di mosaico, oggi al Museo di Capodimonte.

Un castello con mille anni di storia

È invece per la posizione strategica che sulle rovine della villa comincia a sorgere dal X secolo un castello nella caratteristica pietra calcarea locale. In origine collegato al borgo di Capri, per dare rifugio agli abitanti durante le incursioni saracene, il castello viene ulteriormente ampliato in epoca angioina. Abbandonato come fortezza in età moderna, a partire dagli anni Cinquanta viene riadattato a residenza. Dopo l’acquisto da parte di Manfredi Collection nel 2018 la dimora è stata oggetto di un attento restauro, che l’ha trasformata in un gioiello dell’ospitalità luxury più attuale.

Prenota

1.000 mq di superficie internaAmpio soggiorno e veranda 160 mqPiscina e solarium vista Faraglioni

Scopri di più